Breaking news
  1. Collaborazione sull’asse Alba-Bra-Asti per il settore giovanile: iniziati gli allenamenti congiunti
  2. U18 – Sorpasso finale e primo posto per l’Italiana Assicurazioni!
  3. SERIE B – L’amichevole con Oleggio del 29 maggio chiude una grande stagione
  4. U18 – Assaggio di Final Four, biancorossi superati ad Alessandria nel big match per il primo posto
  5. Il Pala 958 traboccante applaude a scena aperta una grandissima Alba, sfiorata per davvero la semifinale!

STORIA

Nel 1957

La societa’ Olimpo Basket fu fondata ad Alba, quando i fratelli Luciano e Beppe Teodoro rientrarono dall’Argentina, dove la famiglia era emigrata. A Buenos Aires, dove avevano vissuto per tanti anni, i due albesi avevano praticato uno sport ancora non molto conosciuto nella nostra zona, la pallacanestro.
Proposero ad un gruppo di amici di formare una squadra, una delle prime in provincia di Cuneo e del Piemonte ed il nome fu quello del club della capitale sudamericana dove i Teodoro avevano militato.

Negli anni a seguire, nonostante in citta’ non esistesse una struttura sportiva coperta (la prima palestra fu costruita a meta’ degli anni ’70, presso l’Istituto L. Einaudi) il sodalizio prese parte a tornei di alto livello(promozione, serie D, C e B) giocando per diverse stagioni all’aperto, nel cortile della Maddalena, oppure in trasferta a Carmagnola e Bra.

Nonostante le gravi difficolta’ organizzative ed economiche, dalla fine degli anni Sessanta sono state allestite formazioni giovanili che hanno coinvolto sempre maggior numero di bambini e ragazzi della citta’.

Dal 1979 al 2002

L’Olimpo Basket Alba ha goduto dell’abbinamento con Il Giornalino, testata del Gruppo Periodici San Paolo. Durante questo periodo la Societa’ ha raggiunto il campionato di C1 e nel 92/93 fu raggiunta la promozione in serie B.

Dal 2003 al 2005

La squadra e’ sponsorizzata dalla Societa’ FTS; retrocede in serie C2 e allo stesso tempo si riorganizza il settore giovanile per avviare un processo di formazione dei ragazzi piu’ professionale e mirato alla formazione di nuovi talenti.

Grazie allo sforzo economico e tecnico della Societa’ i risultati non tardano a venire e la vittoria del campionato Piemontese esordienti nel 2004 e il secondo posto (perso per 1 punto) del campionato Allievi ed Esordienti nel 2005 danno indicazioni chiare a tutto il settore giovanile piemontese che Alba e’ sulla strada giusta.

Dal 2005 al 2007

A prima squadra gioca sotto il marchio Acqua Vallechiara, mentre si mantiene alta l’attenzione per tutto il settore giovanile.

Nel 2006 per la prima volta nella storia dell’Olimpo Basket una formazione giovanile U14 arriva a giocarsi l’accesso alle finali nazionali dopo aver battuto Lombardia 7 e incontrando la forte squadra di Varese il  turno successivo. La cosa si ripete nel 2007 dove gli Under 14 targati Olimpo, vengono “derubati” del titolo di campione regionale da un cavillo burocratico, ma si giocano l’acceso alle finali nazionali, sconfiggendo al primo turno inter-zona la squadra di Villasanta e venendo poi sconfitti dai coetanei di Bergamo al secondo turno.

Ciliegina sulla torta arriva la convocazione di due nostri ragazzi del 1990 nella selezione della Nazionale Italiana Cadetti; dopo la convocazione di Carlo Della Valle di 24 anni prima non era mai successo! Ma non e’ che l’inizio e altri ragazzi delle annate 1993 e 1994 vengono convocati in selezioni nazionali (senza contare i molti albesi delle annate 92/93/94 costantemente convocati nelle selezioni regionali).

La societa’ Lauretana Biella, unica societa’ piemontese militante in serie A1, chiede la nostra collaborazione per rinfoltire le loro formazioni di giovani talenti e inizia con loro un programma per lo sviluppo del settore giovanile Albese ancora piu’ performante. La decisione di Biella di scegliere la nostra societa’ come patner per crescere futuri campioni, ha reso ancora piu’ decisa la dirigenza nel cercare nel settore giovanile la rinascita dell’Olimpo Basket a livello Piemontese e del nord Italia.

Sempre piu’ numerosi arrivano inviti alla nostra societa’ per partecipare a Tornei di alto livello che si svolgono in tutto il nord Italia (Pesaro, Montecatini, Varese);  in particolare ci siamo distinti nel Torneo Internazionale Citta’ del Vino di Treviso dove abbiamo collezionato negli ultimi anni due vittorie e un secondo posto.

Dal 2007 al 2010

La prima squadra e’ sponsorizzata da Tim Business Promoter (BP) e Cantine Salvano e milita nel campionato di serie C2 maschile (C regionale).

Nel 2008 da segnalare la vittoria alle Olimpiadi delle Citta’ Gemelle (a Sittard, Olanda) del gruppo 1992/93 in rappresentanza della Citta’ di Alba, e il secondo posto ai campionati nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi delle classi del biennio del Liceo Scienticico “L. Cocito” di Alba, con una squadra formata quasi interamente dai ragazzi delle squadre Under 17 della nostra societa’.

Oltre che ai gia’citati rapporti con la Pallacanestro Biella, l’Olimpo comincia anche una collaborazione con l’AS Junior Casale, che vede molti suoi giocatori delle giovanili, trovare collocazione nelle giovanili monferrine ed addirittura il debutto in Legadue di Amedeo della Valle, Marco Negro e Andrea Piano sotto la guida di coach Crespi. In particolare e’ Amedeo, cresciuto nelle fila del mini-basket e delle giovanili Olimpo (sotto l’esperta guida di papa’ Carlo e di Alberto Bogliatto) a riempire di particolare orgoglio il sodalizio bianco-rosso con le sue partecipazioni agli Europei Under 18 ed al FIBA All-Star Game Under 18 del 2011, nonche’ a laurearsi Campione d’Europa Under20 (ed MVP della manifestazione) nel 2013 a Tallin (Estonia).

Dal 2010 al 2013

La prima squadra e’ sponsorizzata Tim Business Promoter (BP) e AGS Energy, mentre per il minibasket si e’avviata una stretta collaborazione con il progetto Kinder+Sport della Ferrero.

La parte agonistica dell’attivita’ avviene nel Palazzetto dello Sport di Corso Langhe (PalaLanghe), la piu’ importante struttura sportiva cittadina fino al 2007 (anno della apertura del nuovo Palatanaro), che l’amministrazione albese ha affidato in gestione all’Olimpo da quasi vent’anni.

Gli istruttori del settore minibasket sono impegnati anche in diversi progetti di collaborazione con alcune scuole elementari di Alba, Monticello, Guarene e La Morra.
Durante tali interventi il personale dell’Olimpo affianca e sostiene gli insegnanti durante le lezioni dedicate all’attivita’ fisica nelle classi I, II , III  e in alcune scuole anche IV e V.

Nella stagione 2012/2013 la prima squadra, allenata da coach Luca Jacomuzzi, dopo diversi anni trascorsi in Serie C2, riece a sconfiggere in finale playoff il Basket Club Trecate conquistando una storica promozione in serie C1.

Le partite della DNC, non potendosi svolgere per problemi di omologazione nello storico PalaLanghe, verranno disputate, a partire dalla stagione 2013/14, nel Palazzetto di Corneliano d’Alba, ristrutturato per l’occasione.

 

Dal 2014 ad oggi

Dopo una stagione di assestamento conclusa con una salvezza conquistata nelle ultime giornate, le stagioni seguenti sono ricche di soddisfazioni; nella stagione 2014/2015 la prima squadra, targata BigStore, raggiunge le finali di Coppa Italia di Rimini ma perse al primo turno contro San Severo poi vicecampione della competizione. Il campionato si conclude con un primo posto che consente ai biancorossi di accedere alla seconda fase del campionato valida per la promozione in Serie B; il grande passo svanisce dopo un paio di partite, la Virtus Basket Padova vince il girone conquistando la categoria cadetta.

Nella stagione 2015/2016 la Serie C, sempre targata Bigstore, c’è un cambio al timone di comando, coach Jacomuzzi accetta la corte della PMS Basketball e Luca Sacco approda in biancorosso come nuovo capo allenatore della prima squadra. L’Olimpo Basket si qualifica nuovamente alle finali di Coppa Italia, battendo al primo turno i favoritissimi Tigers Forlì e poi cedendo in semifinale alla VIS Nova Roma che alzò il trofeo. Il finale di stagione vede il Bigstore giocarsi la finale promozione contro il Rosmini Domodossola, una finale poi persa a gara 5 sul campo ossolano, dopo un tempo supplementare.

L’Olimpo Basket targato Mercatò – Acqua S.Bernardo si presenta ai nastri di partenza della C Gold con ritrovato entusiamo e con la carica giusta per provare a conquistare la promozione in Serie B che manca dalla stagione 92/93. Tanta i cambiamenti nel roster ma anche sulla panchina dove ritorna coach Luca Jacomuzzi. La stagione regolare termina con 46 punti e sole 3 sconfitte che garantirono il primo posto nel girone. Superato con tantissime difficoltà il primo turno di playoff contro Borgomanero, la semifinale si chiude però con un comodo 2 a 0 contro la 5 Pari Torino. In finale l’Olimpo Basket riesce ad avere la meglio della Crocetta Torino soltanto nella decisiva Gara 3 che decreta il ritorno in Serie B della Società dopo ben 24 anni dall’ultima apparizione.

Inizia così una nuova pagina della storia biancorossa, la stagione del ritorno in un campionato blasonato ed importante come la terza categoria nazionale. Witt Italia insieme ad Acqua S.Bernardo sono i due main sponsor che hanno deciso di accompagnare l’Olimpo Basket in questa nuova ed entusiasmante aventura. La stagione è complicata, tante sconfitte e tanta difficoltà ad affrontare un campionato molto tecnico e molto fisico con tanti giocatori che avevano conquistato la promozione e non avevano mai calcato i parquet della Serie B. Il destino sembra già scritto, nell’ultima giornata di campionato la Witt S.Bernardo affronta la Robur Et Fides Varese, la stessa squadra che avrebbe dovuto affrontare pochi giorni dopo per mantenere la categoria: il risultato di quella partita è un perentorio + 20 a favore dei lombardi. Quando le speranze ormai erano pari a zero viene fuori l’orgoglio di un gruppo di ragazzi che non accetta fin dal primo istante di perdere tutto quello che avevano conquistato pochi mesi prima. Ed è così che la Witt S.Bernardo sfodera due prestazioni magistrali vincendo prima Gara 1 in trasferta e poi Gara 2 a Corneliano chiudendo definitivamente la serie per restare in Serie B: è storia, ancora una volta, perchè l’Olimpo in Serie B non ci era mai stato per più di una stagione…e la storia continua!